PDA

Visualizza Versione Completa : Undici minuti - Paulo Coelho



lilly78
02-07-08, 17:42
La storia che Paulo Coelho ci narra in questo suo libro è tratta dalle memorie di una prostituta brasiliana che ha cercato di pubblicarle invano.....e sono suoi i pensieri da cui Coelho ha tratto, dietro suo consenso, le pagine più intime del diario di Maria, le sue riflessioni, i suoi sfoghi....ci sono voluti anni per Coelho prima che la storia fosse pronta per presentarsi al pubblico dei suoi lettori, anni di dialoghi e conversazioni con donne che confluiscono nell'immagine di Maria che a sua volta le racchiude tutte, mettendone in risalto sogni, speranze, delusioni, mortificazioni e sentimenti.

Trama:

C'era una volta.....è così che comincia il libro, poi s'interrompe con una riflessione dell'autore che sembra quasi ripensarci sul suo esordire con una tale frase, quasi si fosse pentito di iniziare la storia di una protituta con una formula ormai usuale nelle favole per bambini...ma poi discutendo ad alta voce sulla sua scelta decide che la formula è giusta, forse perchè la storia che si accinge a narrare in fondo prevede un lieto fine come in ogni fiaba che si rispetti....e quindi dopo averci propinato le sue "giustificazioni" riprende dal punto in cui si era interrotto e introduce la sua "favola di vita vera" nuovamente con un "C'era una volta".

C'era una volta, quindi....Maria.....una prostituta di origine brasiliana....bella....giovane.....e la sua professione è stata una scelta non una costrizione e nemmeno una necessità di vita.....esatto, proprio una scelta ponderata e accettata.....perchè?
Forse per scoprire ciò che le è stato sempre poco chiaro, il senso del sesso, la sua utilità, il suo scopo, la sua bellezza, il suo dolore, la sua SACRALITA'.....
O forse per punirsi, per castigarsi delle scelte sbagliate fatte nel corso della sua vita, del poco coraggio dimostrato in più occasioni nel fare delle scelte che fossero state giuste solo per se stessa, e per mettere in evidenza la vera donna che era!!!
Forse sono entrambe le cose che l'hanno spinta a lasciare la sua vita normale, i suoi sogni di gelatina costruiti su basi molli e inconsistenti, e a cercare la libertà dagli schemi, a scoprire cosa ci fosse oltre l'orizzonte su cui si posava il suo sguardo....

E Maria riesce a scoprire molte cose, paga il prezzo delle sue scoperte, lo paga personalmente, calandosi in una vita che non avrebbe mai immaginato di condurre, diventa una prostituta, riscuote denaro in cambio del proprio corpo, vende l'unica cosa che ha, se stessa, il suo tempo, i suoi servizi, ma la sua anima grida, vuole qualcosa di cui lei la sta privando, vuole quello che lei rifugge....AMORE, SENTIMENTO, FELICITA'.....cose assurde e inutili per lei....almeno finchè non avrà capito realmente di cosa si stratta....

Maria legge molto, prende in prestito dei libri dalla biblioteca di Ginevra, città in cui si è trasferita, e si documenta, studia il sesso, studia le tecniche per donare all'uomo l'unico piacere che cerca e si concede, la trasgressione e l'orgasmo...ma si convince che il tutto dura solo 11 minuti! E per quei soli 11 minuti di piacere, questi uomini la pagano bene e le consentiranno, un giorno, di tornare a casa, in Brasile, ricca e tranquilla di poter realizzare il sogno della sua famiglia, un'azienda agricola che permetterà ai suoi genitori di vivere agiatamente....
Ma Maria non aveva previsto tutto.......il destino stava giocando le sue carte per scuotere la sua coscienza, per dare gioia anche alla sua anima, o forse per tormentarla....e infatti Maria incontra Ralf, un giovane artista che riesce a guardarla in modo diverso, intravedendo in lei una luce che lei non immaginava di avere....
Ralf è disposto anche a pagare per stare con lei, anche lui cerca risposte, le stesse che cerca Maria.....ed insieme, dopo essersi combattuti e aver lottato per andare ognuno per la propria strada, queste risposte riusciranno a trovarle insieme...quando i loro corpi si uniranno dando gioia anche alla loro anime che non avevano mai smesso di cercarsi nonostante le alte barriere che i loro corpi avevano alzato!


Personalmente questo libro l'ho amato,l'ho letto 4 volte,mi ha colpito molto il modo di raccontare una vicenda così cruda e triste,attraverso le parole morbide dell'autore e il suo riuscire a farti vivere all'interno del libro!

Lo consiglio a tutti!

Anto84cz
06-07-08, 13:31
L'ho letto ank'io... bel libro!!!Ne ho letti parecchi di coelho!!!E' un bravissimo scrittore!

lilly78
08-07-08, 22:01
io anche ne ho letti parecchi... li trovo molto toccanti... mi fanno riflettere molto...

vally
31-07-08, 12:27
ma qualcuno sa dirmi come si pronuncia?

lilly78
01-08-08, 00:35
si pronuncia celo :lol:

missparker
01-08-08, 09:41
si pronuncia celo :lol:

bella diatriba questa sulla pronuncia brasiliana

in brasile (ma quando potrò tornarciiiiii????) ci sono tantissime pronuncie differenti

quando parlo con i miei amici brasiliani (nel sud, del nord-est, di rio e di san paolo) pronunciano tutti in maniera differente

anche se il brasiliano ha un fonetica un po' differente dal portoghese lusitano, credo che la pronuncia corretta dovrebbe essere paulo coeliu

la "u" finale non è proprio una "u" come la intendiamo noi, ma una "o" che tende alla "u"

insomma è un gran casino :azz:

... avrei voluto inserire il link al video ma io no buona!!!!.....

in questa intervista, poco dopo l'inizio, potete sentire come pronuncia la giornalista

comunque Lilly, a parte la divertente digressione, grazie per il tuo consiglio

pensa che pur amando il brasile e pur essendo molto vicina alla filosofia di vita di Coelho non ho mai letto niente di suo..... invece ho letto quasi tutto di Jorge Amado, altro grande della letteratura brasiliana e mondiale

P.S. si pronuncia jorji amadu :matz:

FmRaTd
01-08-08, 19:19
belli... ma dopo che ne hai letti 2 o 3 li hai letti tutti....

vally
04-08-08, 22:09
io sto leggendo "sono come il fiume che scorre" è bellissimo sono tanti racconti brevi ma profondi, coelho attraverso i suoi racconti e le sue esperienze di vita ci insegna come vivere in maniere intensa la vita in tutte le sue prospettive.:milite: